E' ora di cambiare

Con la POD-S 3.1 adidas unisce tradizione e novità. La nuovissima interpretazione di un cult classico con le tre strisce. Un’ispirazione tratta dalle innovazioni del passato per dare vita alle sneaker del futuro. Per arrivare al sistema Point of Deflection, adidas ha scavato a fondo nei propri archivi di Herzogenaurach alla ricerca di aspetti non convenzionali, trovando la adidas Cushion 2, uscita per la prima volta a metà degli anni novanta. Ma invece di creare semplicemente una nuova edizione della scarpa, gli elementi base della Cushion 2 sono stati completamente rivoluzionati ricorrendo alle più moderne tecnologie.

Tre moduli, una suola

Una scarpa è composta da una suola, o per lo meno era così fino ad oggi. Per la adidas POD è stato scelto un approccio completamente nuovo che rompe con le convenzioni. La nuova silhouette è una sintesi di varie innovazioni targate adidas: diverse suole dei modelli adidas sono state destrutturate e ricomposte partendo da zero; proprio secondo il motto “Great alone, better together”. La adidas POD riunisce in sé la forza innovativa di una storia pluridecennale e le idee di design moderno. Tutto allo scopo non solo di combinare tra loro le tecnologie footwear, ma di unirle anche in modo ottimale per creare un sistema chiuso. Il risultato è una suola completamente all’avanguardia che garantisce comfort e flessibilità ai massimi livelli.

La prima della sua specie

La tomaia in mesh flessibile e traspirante della POD poggia su una suola intermedia straordinaria. La zona anteriore del piede in EVA e l’ammortizzazione con tecnologia BOOST nella zona del tallone vengono unite da un’unità intermedia ispirata all’adidas Torsion. Il look viene completato dai lacci con contrasto cromatico, il marchio adidas sulla parte del tallone e le iconiche tre strisce.